La responsabilità di Edoardo Garrone

La tribolata cessione della Sampdoria dalle mani di Ferrero a quelle di Vialli è forse al suo punto più basso.

Una storia infinita, una corda sempre più tirata dall’attuale presidente che “dà ultimatum” e, a mettere il carico, pubblica foto sorridente con il suo “amico” Preziosi, quasi a voler provocare una piazza ormai esausta da questo stucchevole gioco.

Buona parte della tifoseria, proprio in questo momento basso e delicato per la squadra (il campionato incombe e le vicende societarie si ripercuotono inevitabilmente su squadra e mercato) non dimentica il ruolo di Edoardo Garrone in tutto questo.

Nonostante la “formale” presa di distanza da Ferrero fatta in tv quando i tifosi minacciarono di andargli sotto casa, in molti non dimenticano quando candidamente dichiaró alla stampa di avere ceduto la Sampdoria a un imprenditore che si era avvicinato in modo “discreto” come piace a lui e che aveva “superato tutti i filtri”.

La storia ha detto altro, e ora Edoardo Garrone ha il dovere morale (e non solo) di adoperarsi per risolvere la situazione, per tutelare la Sampdoria e i suoi tifosi.

Condividi

Lascio un commento